Osteoporosi

La vitamina D

La vitamina D regola il metabolismo del calcio, una sua carenza predispone ad insorgenza di osteoporosi e fratture ossee per cui va riconosciuta e trattata.
La vitamina D è una vitamina liposolubile, viene quindi accumulata nel fegato e rilasciata in circolo a piccole dosi quando il suo utilizzo diventa necessario. Il suo apporto tramite la dieta è molto marginale, essendo contenuta in piccole quantità in alcuni pesci grassi, latte e derivati, uova, fegato e verdure verdi. Mentre la maggiore parte viene sintetizzata dal nostro organismo attraverso l’assorbimento dei raggi del sole operato dalla pelle.
Questa vitamina è un regolatore fondamentale del metabolismo del calcio, per questo è utile nell’azione di calcificazione delle ossa. Per cui una carenza di vitamina D riduce l’apporto di calcio all’osso riducendo contribuendo al manifestarsi dell’osteoporosi. Una carenza di vitamina D può essere facilitata in soggetti che per motivazioni diverse non si espongono al sole, oppure in condizioni particolari di malattie del fegato o di abuso di alcol e consumo di stupefacenti. Secondo la società italiana dell’Osteoporosi, del metabolismo e delle malattie dello scheletro (SIOMMMS), un valore di vitamina D nel sangue inferiore a 10 ng/ml è considerato come grave carenza, mentre tra 10-30 ng/dl si definisce una insufficienza di grado più o meno moderato. Entrambi i casi, soprattutto in persone anziane o a maggior rischio di osteoporosi e fratture, richiedono una adeguata correzione dei livelli di vitamina D con soluzioni orali o intramuscolo (nei casi gravi o selezionati). Il fabbisogno giornaliero di vitamina D è di 400 unità al giorno, in assenza di fattori di rischio; le dosi possono variare e arrivare fino a 1.000-2000 unità al giorno in presenza di fattori di rischio (anziani e donne in post-menopausa) o grave carenza.

Altro in:
Le terapie

Le terapie

La terapia per l’osteoporosi è principalmente farmacologica; permette di aumentare la massa ossea...

leggi tutto
MOC

MOC

Nel nostro centro è possibile effettuare la mineralometria ossea computerizzata (MOC) per la...

leggi tutto